Vacanza a Cuba, Cayo Largo: Hotel Sol Pelicano. La mia recensione

Torno a scrivere sul blog con questa bellissima recensione sulla vacanza da me appena effettuata nell’isola di Cuba, più precisamente a Cayo Largo all’Hotel Sol Pelicano tramite il tour operator Press Tour.

Cuba Cayo Largo Sol Pelicano

Isola davvero stupenda quella di Cuba che ti porta a visitare posti fantastici, poi Cayo Largo rispecchia il posto ideale per chi adora avere un mare caraibico dai colori eccezionali che non potrai dimenticare facilmente.

Per chi cerca anche vita notturna, o almeno qualcosa da fare durante la sera diverso da bersi un mojito, un cuba libre e fumarsi un sigaro allora non è il posto adeguato. Meglio se vi spostate su Varadero con più possibilità di avere una vita serale/notturna!

Io ho soggiornato una decina di giorni presso la struttura si Sol Pelicano, la quale dista 5 minuti di corriera dall’aeroporto e dal porto di Cayo Largo; questo è sicuramente un altro punto a favore dell’isola visto che in passato ho fatto ore di corriera dall’atterraggio all’alloggio!

L’isola di Cayo Largo è tranquillissima, gli unici abitanti del posto vivono in case al porto e sono presenti solo per lavoro; non vi risiede nessun cubano per tanto la criminalità, se presente, è da collegare ai turisti.

Gli spostamenti in Cayo Largo: È possibile girare l’isola in bicicletta, in scooter o in quad visto che è larga 25 km e ‘alta’ 9. Si possono raggiungere con i mezzi ‘pubblici’ (il biglietto costa 5 cuc, 5 euro) andata e ritorno le bellissime spiagge di Playa Paraiso e Playa Sirena ma anche il porto dove sono presenti un paio di locali, la banca, l’ospedale, la casa del sigaro e qualche bancarella (che sono comunque molto fornite di souvenir).

Non vi aspettate la puntualità in quanto non è nel DNA di Cuba, gli orari sono un tanto al metro e quasi mai rispettati; o meglio sono rispettati solamente per i voli aerei ma per il resto niente da fare, comunque siete in vacanza non penso sia un problema.

La struttura Sol Pelicano: bellissimo villaggio in vero stile cubano, presenta una spiaggia fantastica (la foto che ho messo ad inizio articolo è la vista dal bar della stessa); presenta una sabbia sempre fresca (presente in pochissimi luoghi al mondo questo fenomeno) e acqua calda ma agitata e non sempre pulita. Si può apprezzare comunque il mare caraibico con colori difficili da descrivere.

Grandissima pecca della spiaggia di questa struttura (ma dovuta alla maleducazione dei turisti e al menefreghismo della gestione) è che gli ombrelloni non li troverete quasi mai liberi a meno che non vi svegliate alle 5 di mattina e andate in spiaggia a ‘prenotarli’ mettendo un asciugamano o un oggetto.

Spostandosi con i mezzi che vi ho elencato prima potete raggiungere le due spiagge più nominate dell’isola: Playa Paraiso e Playa Sirena (che ve ne parlerò più avanti).

Il mangiare in questa struttura è di qualità internazionale quindi:  medio-bassa. Niente di che, per un italiano che è abituato a mangiare bene non si troverà sicuramente a suo agio.

Completa mancanza di personale/referente italiano nella struttura. Sono presenti (quando sono stato io) solo un paio di persone della Press Tour che sanno l’italiano ma sono cubane. Non sempre presenti li si trova in orario del loro ufficio. Su questo si potrebbe fare qualcosa di più mettendo una presenza italiana visto che di connazionali ce ne erano molti.

Il personale della struttura non sempre è disponibile, mi è capitato di non aver gli asciugamani in bagno li ho chiesti 3 volte direttamente alla reception in un giorno e non sono mai arrivati sino alla pulizia successiva. Una cosa molto negativa è che vige la regola della ‘mancia’, se siete generosi con i camerieri nel ristorante avrete sempre il tavolo prenotato, le bibite portate per primi e molto altro… Al bar più o meno la stessa cosa.

Pulizia della camera: mediocre, le lenzuola non sono mai state cambiate in 8 giorni di soggiorno; per il resto si limitavano a spazzare, rifare il letto e risistemare gli asciugamani.

Voto generale della struttura: 6 su 10; considerando la nazione e considerando il costo della vacanza.

Playa Paraiso e Playa Sirena: si possono raggiungere tramite porto (vi fare portare dall’autobus e poi vi aspetta un catamarano che in 10 minuti vi porta alla seconda spiaggia. Oppure ci andate direttamente via terra con autobus o mezzo diverso noleggiato ma ci vuole più tempo (10 minuti in più).

Playa Paraiso

Ecco un bellissimo scorcio di quello che vi aspetta in queste due spiagge.

Sono due spiagge caratterizzate da un mare un poco più calmo e pulito, sicuramente molto più trasparente e ‘caraibico’. Da visitare assolutamente!!

Escursioni: abbiamo effettuato due escursioni, non so se siano le medesime proposte in tutte le strutture; comunque siamo andati all’Avana e in gita in trimarano alla scoperta di alcuni ‘segreti’ attorno a Cayo Largo.
Quest’ultima è stata veramente favolosa, viaggiare in trimarano sopra alla rete è stato stupendo, prezzo giusto, unica pecca è che il posto dove ti portano a fare snorkeling è totalmente asettico dai coralli (scomparsi grazie a El Ninjo nel 2005) sono però presenti molti bei pesci.
L’escursione all’Avana è stata veramente un furto ed una mezza perdita di tempo. Purtroppo alcuni ragazzi conosciuti là mi avevano avvisato ma non potevo non andare a visitare la capitale di Cuba e da sempre mia meta desiderata. Il costo è a dir poco ESAGERATO (200 cuc a persona circa 200 €), non si vede niente nello specifico ma si fa una maratona per le vie della capitale cubana in cui si vede tutto di sfuggita. Si parte presto alla mattina (tra l’altro non era orario di colazione e a Sol Pelicano non vi era l’ombra di cibo ma solo di bevande quindi abbiamo saltato il primo pasto della giornata), ci si reca all’aeroporto per prende un bimotore ad elica con cui fare il viaggio fino alla capitale (circa 25 minuti da quando decolla); si atterra ad un aeroporto militare poco fuori l’Avana e si percorre il tragitto in corriera fino al raggiungimento di alcuni punti di interesse relativo in cui la guida spiega poche cose. E poi si torna a Cayo Largo nel tardo pomeriggio.
Il motivo per cui ho tanto criticato questa escursione è che è stata pensata malissimo, non si può pretendere di far vedere tutta l’Avana in così poco tempo bisognava prendere alcuni punti importanti e farli vedere in profondità. Anche l’assenza di una visita ad una fabbrica di sigari o di rum è molto grave…

CONCLUSIONE: Cuba è stupenda, Cayo Largo è un isolotto fantastico se si vuole passare una vacanza relax in cui fare vita da spiaggia e alla sera avere un poco di intrattenimento senza esagerare. Avrei voluto visitare più luoghi di Cuba ma è andata bene così. Non consiglierei più la struttura di Sol Pelicano, questo è sicuro! Anche se alcune persone conosciute sull’aereo hanno poi confermato che la situazione era più o meno la medesima su tutta l’isola…

Info su Mello

Facente funzione di farsi i cazzi suoi!
Questa voce è stata pubblicata in Generale e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *