Onore a chi di coraggio ne ha da vendere

Con questo mio post voglio rendere onore a Fabrizio Quattrocchi.

Lo so che è morto tempo fa, ma per chi come lui non ha avuto paura al momento della morte ed ha fieramente citato la sua nazionalità (come tutti noi dovremo fare) il tempo è nulla è solamente una parola di 5 lettere senza senso…

Voglio solamente postare un estratto dell’articolo di Mattias Maniero uscito sul quotidiano Libero di Martedì 10 gennaio, relativo al filmato dell’uccisione di Quattrocchi.

Lo dice in modo tranquillo, con la voce bassa e solo un po’ velata dalla paura, quasi chiedendo permesso. Lo dice in italiano come fosse la cosa più naturale del mondo, in quel momento lì, a pochi attimi dalla sua fine. Ha capito che per lui non c’è più nulla da fare. Lo hanno costretto ad inginocchiarsi, la testa ricoperta da una kefiah azzurra, le mani legate. Fra qualche istante lo giustizieranno. Un sequestratore traduce in dialetto magrebino le sue parole. Posso levarle?. Si riferisce alla kefiah. NO , gli risponde una voce. Lui insiste Vi faccio vedere come muore un italiano. Posso? . Non può non gliel’hanno permesso….

Non potevano permetterglielo perchè sono dei codardi….

Fabrizio sei il migliore!!!

Questo lo scrivo con la felicità di aver avuto un patriota come te come concittadino e con la tristezza che tu sia dovuto finire così!

About Mello

Facente funzione di farsi i cazzi suoi!
This entry was posted in Generale. Bookmark the permalink.

2 Responses to Onore a chi di coraggio ne ha da vendere

  1. Simo says:

    ONORE ONORE ONORE a Quattrocchi morto rapito da una squadra di magrebini codardi che hanno cercato di non far affiorare il coraggio racchiuso in quell’uomo ma che comunque è arrivato a noi per darci coraggio per farci capire…come muore un vero ITALIANO

  2. Egidio says:

    sono vecchio,ho girato il mondo,talora ho rischiato più del necessario per questo ammiro ed onoro chi si è comportato come si addice ad un un eroe cosciente del suo destino .Nelle vicende umane basta un gesto,una parola per passare alla Storia ; così è stato per Balilla,per Cambronne,per Caterina Sforza ed ora per TE.egidio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *