Come funziona la geo-localizzazione di Google Maps??

In questi giorni sto provando l’ultima versione di Google Maps per cellulari. Devo dire che sono rimasto veramente stupefatto con che precisione il software individua la propria posizione anche senza antenna GPS collegata!!

Incredibile la precisione, l’errore stimato (dal software perchè in realtà era molto meno) è di 3,5 kilometri più o meno il raggio d’azione di una cella per cellulari.

Navigando nel web ho scoperto come fa Google Maps a far andare la funzione “MyLocation”.

In poche parole quando ci si collega a Google Maps Mobile (senza un GPS) questo ricerca nel proprio database se esistono cellulari o dispositivi mobile (i quali possiedono invece un GPS) che hanno utilizzato la medesima numerazione del ponte radio. Il software chiede a questi dispositivi con il supporto GPS la propria posizione in coordinate. Dato che il ponte radio ha una portata limitata si può definire la zona geografica e spedire all’utente che si è collegato senza GPS la posizione giusta!

Non mi piace pensare che questi dati vengano poi salvati da qualche parte, perchè se così fosse Google avrebbe una mappa dettagliata delle posizioni di tutti i telefoni che utilizzano il suo servizio!

About Mello

Facente funzione di farsi i cazzi suoi!
This entry was posted in Hi-Tech and tagged , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Come funziona la geo-localizzazione di Google Maps??

  1. giorgio says:

    mi spiace ma hai preso una sonora cantonata. Il sistema non funziona così.
    La localizzazione avviene sulla base delle celle di competenza. Ne basta riceverne 3 per localizzare.
    Molto semplice.

  2. simone says:

    ok ho capito per il gps ma io ho un cellulare che le mappe sono già integrate ameno credo. xò nn pago niente è un errore del telefono o effettivamente non si paga?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *